Pratiche meditative di Gentilezza Amorevole

Nella tradizione buddhista esistono delle specifiche pratiche meditative atte a coltivare o far emergere una qualità/attitudine chiamata metta, traducibile con “gentilezza amorevole”. Secondo questa tradizione spirituale (ma riscontrabile in praticamente qualisasi altra tradizione) la gentilezza amorevole è una delle caratteristiche della natura ultima dell’essere umano, che tuttavia viene facilmente oscurata dagli “inquinanti mentali” che nel corso dell’esistenza si accumulano (bramosia, repulsione, ignoranza). Ecco allora che può essere molto importante dedicare un’attenzione consapevole al recupero di questa qualità, già presente in ciascuno. Il seminario ha l’obiettivo di introdurre i partecipanti ad alcune semplici pratiche di metta, presentate in chiave laica e accessibili a chiunque.

Quando: Domenica 13 Dicembre, dalle 10.00 alle 17.00

Dove: via Sangalli 8, Treviglio

CONTRIBUTO LIBERO

Insegnante: Nanni Deambrogio, Master in studi buddhisti conseguito secondo i testi della tradizione tibetana. Studioso inoltre della tradizione buddhista Theravada tailandese e birmana e di quella Zen. Ha effettuato ritiri in gruppo e di meditazione solitaria secondo vari approcci tibetani e Theravada. Coofondatore dell’associazione Mindfulness Project, docente presso la Scuola “Mindfulness Counseling” e in alcune facoltà universitarie e scuole di psicoterapia.